Impresa o cavallo ?


Giampaolo Chirichelli

Giampaolo Chirichelli

Segnaliamo l’illuminante scambio di battute fra Nicola Adavastro (attuale Presidente di Pavia Acque e esponente del centro-sinistra nonché ex-amministratore delegato di ASM Pavia nel periodo di presidenza di Andrea Albergati) e Giampaolo Chirichelli (Presidente di ASM Pavia e esponente del centro-destra) sul tema delle nomine nei CdA di aziende pubbliche.
Negli ultimi tempi, i due contendenti hanno spesso polemizzato sia sulla stampa locale (Provincia Pavese) che su altri organi di informazione (per esempio Telepaviaweb).
L’oggetto del contendere è stato sinora la gestione dell’ASM Pavia ovvero la accusa di essere stata mal gestita e che invece più recentemente, con la relazione in Consiglio Comunale del novembre scorso della “due diligence” fatta da PriceWaterhouseCoopers, è stata di fatto smentita.

Nicola Adavastro

Nicola Adavastro

In questo caso, però, Adavastro pone chiaramente un altro tema ovvero il tema delle nomine nelle aziende pubbliche guidate dalla politica ovvero di nomine di persone nel cui CV è condizione “sine qua non” la tessera del partito “giusto” (ora la tessera giusta è del PDL o della Lega; in passato la tessera giusta era quella dei DS o Margherita). Sostiene che dovrebbe essere privilegiata la managerialità dei nominati ove ora a lui risulta che alcuni amministratori “non distinguono una impresa da un cavallo” !! Parole testuali che devono far riflettere tutti.

Adavastro magari lo fa anche per difendere i suoi ultimi mesi di presidenza (è in scadenza nella primavera 2010) ma sicuramente è un tema che abbiamo anche noi posto più volte sul nostro sito.
A Pavia poter amministrare le aziende pubbliche è possibile solo se si ha la tessera di partito in tasca. E’ vergognoso. Semplicemente. E’ una logica che ripudiamo e combattiamo.
Nella sua risposta, Chirichelli invece non coglie il tema proposto e minaccia di passare alle vie legali se Adavastro non si dimetterà rapidamente. Lo farà dimissionare, insomma.
Chirichelli accusa Adavastro inoltre di accumulo di compensi (immaginiamo da ASM e da Pavia Acque). Lui, proprio lui, Chirichelli che prende 109.250 Euro annui come Presidente di Finlombarda (azienda pubblica della Regione Lombardia) oltre al compenso Presidente di ASM Pavia e che cumula sulla sua persona anche l’incarico di Sindaco effettivo dell’ALER Pavia e l’incarico di vice-presidente del ISA (Istituto Sviluppo Agroalimentare, ente pubblico avendo quale unico azionista il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali).
Sembra insomma che solo lui possa accumulare incarichi e compensi (forse perché ha la tessera della Lega Nord, ha vinto le elezioni e quindi può) e invece Adavastro non possa….
Ecco i link:
http://www.telepaviaweb.tv/portale/news/news_vedi3.php?numero=9641
http://www.telepaviaweb.tv/portale/news/news_vedi3.php?numero=9643

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*