IL C.S.A. BARATTOLO APPARTIENE A TUTTA LA CITTA’


BarattoloLa Lista Pavia 5 Stelle insieme al MoVimento Lombardia 5 Stelle saranno presenti al corteo a supporto del Centro Sociale Barattolo che si terrà: sabato 20 febbraio ore 15.00 dal piazzale della stazione. Riteniamo infatti che sia vergognoso che  a Pavia, di anno in anno, scarseggino sempre più veri spazi di aggregazione giovanile. Il Barattolo è uno dei pochi rimasti, un luogo d’incontro dove tutti i ragazzi possono esprimere le loro passioni, esercitare una condivisione democratica di valori ed attività ricreative, promuovere musica e spettacoli di band e gruppi locali. Questa messa in scena della Giunta, sullo sfratto per motivi non accertati de facto e senza controproporre ai ragazzi uno spazio sostituitivo adeguato, insieme a quei mormorii su certi profili di facebook dove volano commenti di una certa parte politica pavese che si schiera su atteggiamenti censuristici dietro un paravento di “belle parole”, ci sembrano non degni di una città che vorrebbe guardare al futuro con lungimiranza, ma che, nella realtà, rimane ancora troppo arroccata nelle vecchie logiche propagandistiche, quelle che per un voto in più sono disposte a scommetere sulla testa della propria madre o a fare “piazza pulita”. [in]

Comunicato del “C.S.A. BARATTOLO” del 18 febbraio 2010

Con la delibera di rescissione della convenzione, la giunta comunale di Pavia intende fare quanto aveva promesso fin dalla campagna elettorale: porre fine all’esistenza di un Centro Sociale Autogestito a Pavia. Almeno questa promessa vogliono mantenerla.. Sono infatti state sistematicamente infrante quelle fatte agli studenti di questa città quando il candidato sindaco Cattaneo si presentava come “sindaco giovane per i giovani”: prometteva di rimuovere le ordinanze “antibivacco” dell’ex sindaco-sceriffo Capitelli ed invece ne ha aggiunte di nuove; prometteva di aprire spazi dove fare musica e cultura e invece, non solo non ha fatto nulla per realizzarli, ma ha approvato progetti alquanto discutibili in quegli spazi che avrebbero potuti ospitarli.

UN PO’ DI STORIA

Il Barattolo è nato 12 anni fa quando un gruppo di ragazzi, all’interno del progetto per il “Quartiere Sociale”, ha preso uno spazio inutilizzato e vuoto ed ha incominciato a riempirlo di idee ed iniziative. II Barattolo promuove un modello di socialità basato sul principio dell’autogestione, sulla partecipazione diretta dei cittadini, su forme di aggregazione slegate dalla logica del guadagno personale. La scelta di questa forma organizzativa è il motivo per cui è stato possibile realizzare una miriade di collaborazioni con i gruppi e le associazioni più svariate. In questi anni, il centro è diventato uno spazio libero di confronto aperto a tutta la cittadinanza con l’unica discriminante dell’antirazzismo ed antifascismo, valori fondanti non solo del Barattolo ma della Repubblica nata dalla Resistenza.

La giunta ha avuto gioco facile a mascherare i reali motivi dell’attacco al Barattolo riparandosi dietro le “gravi violazioni delle regole” (fissate dal regolamento di utilizzo del Barattolo e dalla convenzione) di cui ci siamo resi responsabili, gravità come “somministrare bevande e cibi al pubblico”, “non rispettare gli orari” che ci imporrebbero di chiudere baracca e burattini entro mezzanotte, ospitare le inziative di numerosi gruppi e associazioni, come il Gruppo di Acquisto Solidale (GAS), gruppi teatrali, studentesti, associazioni di migranti, ecc.

Avevamo chiesto di intavolare una trattativa per ridiscutere un regolamento evidentemente inadeguato per una struttura destinata ad ospitare iniziative per giovani e, come risposta, ci hanno intimato di non fare più musica, prima aggrappandosi ad una rilevazione dell’Arpa risalente al 2006 (successivamente i locali sono stati insonorizzati, n.d.r.). Quando, dopo 5 mesi, abbiamo organizzato il primo concerto rivolto alle bands giovanili pavesi, hanno deciso di cacciarci con la forza! (era stato loro proposto di organizzare il concerto presso il Nirvana, di proprietà dell’assessore Bobbio Pallavicini e frequentato dai giovani di azione studentesca, nonchè Spazio Musica, trattativa in realtà smentita dallo stesso locale, n.d.r.).

Comunicato C.S.A. BARATTOLO del 18 febbraio 2010

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*