Lettera aperta ai pendolari


Cari Pendolari,

per vostra opportuna informazione, in qualità di candidata consigliere regionale del MoVimento 5 Stelle, volevo informarvi che ho sottoscritto il Patto dei Pendolari proposto dal Coordinamento Regionale Pendolari ai candidati consiglieri lombardi.
Domenica si andrà al voto e ciascuno di voi potrà in coscienza esprimere la propria preferenza per coloro che reputa adeguati a svolgere il delicato ruolo di consigliere regionale. Volevo solo dirvi che – indipendentemente dall’esito di questa campagna elettorale – il mio impegno a favore dei pendolari andrà avanti sempre con passione ed entusiasmo e grazie al vostro indispensabile importante contributo attivo. Solo con la partecipazione si possono ottenere concreti cambiamenti.
Sono orgogliosa di aver dato  l’input alla nascita del nostro Coordinamento Provinciale Pendolari che, ogni giorno, è accresciuto dall’aggiunta di persone valide, volenterose, attente ed informate che hanno voglia di cambiare le cose. La mobilità e il tema trasporti sono temi prioritari sul nostro territorio, questo Coordinamento sinora ha dimostrato di riuscire a “risvegliare” le coscienze istituzionali locali che parevano “addormentate”, grazie ad un’intensa campagna stampa di informazione, grazie all’apertura da noi richiesta di tavoli di confronto con le istituzioni, grazie ai dati raccolti puntualmente con i monitoraggi, le segnalazioni, i reclami anche su problemi relativi parcheggi, collegamenti alle stazioni, e da ultimo ha visto aggregarsi numerosi pendolari esponenti anche dei trasporti su pullman.
Sebbene si cerchi di oscurare da più parti il nome del nostro Coordinamento Provinciale Pendolari, perchè alle istituzioni, evidentemente, fa paura che 12mila pendolari si siano organizzati e portino avanti con coerenza, caparbietà e costanza una battaglia a vantaggio di tutti coloro che viaggiano per studio e lavoro, sebbene la realtà pavese fa sempre fatica a “digerire” le novità ed in particolare sembra infastidire la nascita di un organo che, indipendentemente dal credo politico di ciascuno di noi, dà voce unitaria a tutti noi, operando attivamente sul territorio, noi  ESISTIAMO, siamo una realtà e in 6 mesi abbiamo raggiunto risultati (seppur ancora modesti e del tutto insufficienti) assolutamente importanti.
Non molliamo! Appena terminato questo frenetico periodo di propaganda, promesse, strizzatine d’occhio ambigue da parte di numerosi politici, noi torneremo a pieno a ritmo a svolgere la nostra attività: saremo le “sentinelle” delle istituzioni, staremo addosso ai consiglieri regionali eletti, all’assessorato regionale ai trasporti e torneremo a bussare alla porta di Poma, Presidente della nostra Provincia, per richiedere la sottoscrizione di impegno con i pendolari del nostro territorio, così come ci è stato da lui promesso ai primi di marzo. E se io dovessi essere eletta, vi prometto che non gli darò TREGUA!
Scusate la digressione, non intendo fare campagna elettorale nè sponsorizzare nessuno, ma ho ritenuto opportuno chiarire la mia posizione di fronte a tutti voi.
Con questo mi auguro che chiunque occuperà le poltrone regionali si occupi prioritariamente del trasporto pendolare, se non lo farà gli staremo addosso finchè i nostri problemi non saranno affrontati seriamente!
Stay tuned.

Occhio, noi non molleremo!
Un caro saluto

Iolanda Nanni

Coordinamento Provinciale Pendolari e candidata consigliere per il MoVimento 5 Stelle

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*