SOS monumenti lombardi


“SOS monumenti lombardi: come costruire un circuito virtuoso per valorizzare il nostro patrimonio” Venerdì 28 marzo – ore 16.00 – presso STER (Sede Territoriale Regione Lombardia) di Pavia, Viale Cesare Battisti n. 150

“L’arte non ci insegna nulla, salvo il significato della vita” – Henry Miller

 Il M5S Lombardia ha organizzato questo Convegno con l’intento di porre un focus sui beni monumentali lombardi che costituiscono un bene comune dall’inestimabile valore e che tutti, a partire dalle Istituzioni, siamo chiamati a valorizzare e rilanciare per farne veicolo di bellezza e benessere per i cittadini lombardi, soprattutto in un momento di grave crisi economica e sociale come quello attuale, in cui il rilancio dei nostri beni monumentali costituirebbe fonte di turismo ed occupazione.

Siamo convinti che è dovere delle Istituzioni rendere il nostro patrimonio monumentale la vera peculiarità della Lombardia, attraverso un percorso sinergico di confronto politico ed amministrativo che coinvolga gli enti locali e sovraordinati, le associazioni, i comitati, i soggetti interessati e i cittadini tutti, un percorso finalizzato a fare rete in maniera trasversale affinché si raggiunga l’obiettivo caro a tutti: la valorizzazione del nostro patrimonio.

In quest’ottica, partendo proprio dai territori e dalle loro bellezze monumentali, ci proponiamo di aprire un confronto con voi, condividendo alcune idee, proposte e testimonianze, come ad esempio quella del circuito virtuoso creatosi in Regione Sicilia, con il contributo di UNESCO.

Sarà un’occasione per dibattere il ruolo che la tutela monumentale, se pensata non come onere ma come possibile risorsa, può avere per il rilancio del tessuto economico dei territori, senza pretendere di inventare dal nulla ricette improvvisate ma al contrario guardando e prendendo spunto ed esempio dai casi migliori di buona gestione e creazione di reti sinergiche fra attori istituzionali e non.

Il convegno sarà anche un’importante occasione di dibattito sui beni monumentali del territorio pavese e sull’auspicabile ruolo proattivo di Regione Lombardia nell’impegnarsi alla loro valorizzazione e rilancio nell’ottica di promuovere i territori, le loro bellezze artistiche, culturali e paesaggistiche, il turismo e l’occupazione.

Abbiamo il dovere di provvedere alla conservazione del nostro patrimonio, lascito del passato da tramandare integro alle future generazioni, tenendo ben presente che la tutela oggi non è pura conservazione, ma strumento di crescita culturale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*