M5S Pavia: Parlamentari e Consiglieri regionali in Piazza per le Europee e le comunali


[Questa settimana il giornale locale Il Lunedì ci dedica un articolo sulla serata di Sabato 12, l’incontro coi cittadini del M5S con i suoi portavoce in Regione e Parlamento. Di seguito l’articolo N.D.R.]

Una squadra di parlamentari e Consiglieri regionali del M5S, guidati dal Deputato Danilo Toninelli e dalla Consigliera Iolanda Nanni, ha fatto tappa a Pavia la sera di Sabato 12 incontrando i cittadini in piazza Leonardo Da Vinci, per lanciare la campagna per le europee e supportare il candidato Sindaco M5S per Pavia Giuseppe Polizzi.

Tanti i temi toccati: i parlamentari hanno parlato della pervasività delle pressioni dei lobbisti alla Camera e al Senato. Il Deputato Toninelli ha denunciato le criticità dell’Italicum, legge elettorale che ha definito “incostituzionale” e peggiore persino del famigerato Porcellum. Secondo gli esponenti del M5S, inoltre, le elezioni europee sono cruciali per modificare quei vincoli europei “che stanno strangolando l’Italia”: durante il comizio hanno definito “non credibili” quei partiti che oggi criticano l’Europa pur avendo sempre sottoscritto e ubbidito a quegli stessi vincoli di bilancio e non solo di cui oggi si lamentano. La posizione espressa sulle tematiche europee è stata molto forte: rinegoziare i trattati sottoscritti dall’Italia per vagliare quale siano i reali interessi del Paese in tutti i campi, dalle politiche agricole che svantaggiano i nostri produttori fino ai limiti di bilancio che impediscono di fare quegli investimenti di cui l’economia avrebbe bisogno. E’ stato toccato anche il tema di quale modello di sviluppo vogliamo seguire, se uno basato su cemento, inceneritori, speculazioni, oppure su un modello incentrato sulla sostenibilità, la cultura, il turismo, l’innovazione tecnologica.

Proprio sul modello di sviluppo c’è stato l’aggancio con l’intervento del candidato Sindaco Giuseppe Polizzi e dei candidati al Consiglio comunale Riccardo Cavenaghi e Gianluca Caruana: secondo Polizzi Pavia ha bisogno di riscattarsi “partendo dalla promozione dei beni culturali e dei beni comuni, che possono portare occupazione e turismo”. Polizzi ha anche ricordato alcuni dei primati negativi della città, prima in Italia per il gioco d’azzardo, nonché prima in Lombardia per disoccupazione giovanile e per inquinamento da polveri sottili. Polizzi ha inoltre sostenuto che il Comune deve tornare ad investire economicamente sullo sviluppo e l’occupazione a Pavia, giudicando risibili le somme investite in questi anni in un settore così cruciale.

La Consigliera Nanni si è soffermata sulle regole del M5S: i candidati devono essere incensurati e non aver fatto già più di un mandato, per garantire il ricambio e per evitare carrierismo politico. Nanni ha anche sottolineato come i Consiglieri e i parlamentari M5S siano gli unici ad autoridursi lo stipendio, cioè le indennità di carica, destinando l’eccedenza a fondi per il sostegno delle piccole e medie imprese. La Consigliera ha citato uno dei “cavalli di battaglia” del M5S: il rifiuto dei rimborsi elettorali. Grazie a queste scelte, sempre secondo Nanni, il movimento dimostrerebbe che si può fare politica tagliando in modo netto privilegi e sprechi.

I parlamentari e Consiglieri M5S hanno chiuso la serata ricordando che questa è stata solo la prima tappa pavese del tour elettorale: il secondo appuntamento sarà a fine maggio, a ridosso del voto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*