ELEZIONI, M5S PUNTA SU POLIZZI E TANTE DONNE 3


Articolo pubblicato su La Provincia Pavese di domenica 20 Aprile, che di seguito riportiamo:

di Anna Ghezzi PAVIA

Polizzi candidato sindaco, lista di 25 aspiranti consiglieri (metà sono donne).

Partecipazione come metodo, battaglie su trasporti, scuola e sfratti.

Giovani, lavoro, sociale.

I 5 Stelle si presentano.

«Il Movimento 5 stelle ha ritenuto di presentarsi alle elezioni amministrative perché non c’era un’alternativa valida: Pavia è a un bivio, o cambia o saranno anni difficili per la città». Ha esordito così Giuseppe Polizzi, 31 anni, candidato sindaco per il Movimento 5 stelle che ieri ha presentato la lista nella sala di San Martino di Tours. Venticinque nomi, la metà donne, tanti giovani ma non solo. Le parole chiave del programma? Nessuno deve rimanere indietro, e quindi attenzione alle fasce più deboli, con immediata moratoria degli sfratti. «Questa città sta abbandonando le persone nella loro solitudine – spiega Polizzi – strappando il tessuto sociale». Lavoro e sviluppo per la città «che non deve essere un dormitorio», anche tramite strumenti di finanza etica già utilizzati in altre realtà e microcredito, attenzione ai negozianti, promozione di orti sociali e consumo a chilometri zero, rifiuti zero. Ma anche trasporto pubblico locale, ripristino di bus di notte e tra i quartieri, tariffe scontate per donne, giovani di notte e disabili sui taxi, bike e car sharing. E ancora: scuola al centro, una banca del tempo, bilancio partecipato. Si parla anche di Rom e Sinti nel programma, la lista vorrebbe superare il concetto di campo nomadi e spingere sull’integrazione.

«La città ha bisogno di partecipare le decisioni pubbliche – spiega Polizzi – noi siamo l’unica forza che può assicurare la partecipazione. Lo stesso programma è frutto di ascolto durante il RiprendiamociPavia tour». Un programma che parte «dalle periferie e dai quartieri abbandonati – spiega – da un’amministrazione per cui è esistito solo il centro storico. E se i quartieri sono abbandonati non c’è senso di buona amministrazione». Tra i punti chiave anche ambiente, cultura e identità pavese: «Il M5s è conservatore – dice Polizzi – faremo un nuovo Pgt a volumi zero e impediremo che si possa cambiare il volto del centro storico. Il futuro di Pavia non passa da una nuova industralizzazione ma dalla valorizzazione delle bellezze architettoniche». E delle aree dismesse, come l’arsenale, su cui il Movimento ha le idee chiare: solo edilizia pubblica o social housing privato, spazi per le associazioni e la cultura, e in particolare la casa delle Pari opportunità.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

3 commenti su “ELEZIONI, M5S PUNTA SU POLIZZI E TANTE DONNE

  • Rita

    Umilmente, da vecchia iscritta e sostenitrice, ma che ci fa la firma del berlusconiano nonché frequentatore di “cene eleganti” Carlo Rossella a sostegno della lista M5S?

  • cesare del frate

    ciao Rita, la sottoscrizione per presentare la lista è aperta a tutti i cittadini. Non equivale a un sostegno politico, perché si può firmare e poi votare tutt’altro, come probabilmente farà Rossella