RILANCIO DELL’OCCUPAZIONE GIOVANILE E AIUTO ALLE FASCE DEBOLI


RILANCIO DELL’OCCUPAZIONE GIOVANILE E AIUTO ALLE FASCE DEBOLI.

Giuseppe Polizzi (consigliere comunale MoVimento 5 Stelle): «Stiamo pagando oltre 3 milioni di debiti contratti con Cassa depositi e prestiti fra fine anni Ottanta e inizi anni Duemila dalle amministrazioni di destra e sinistra e rinegoziati negli ultimi anni, sempre da loro. Chiediamo attraverso la presentazione di un ordine del giorno (All. 1) che il beneficio derivante dall’estinzione dei mutui venga dedicato ogni anno alla spesa sociale. Il Comune di Pavia è maglia nera per spesa sociale, siamo terz’ultimi in Lombardia, pur avendo un record di disoccupazione. Ai servizi sociali nell’ultimo anno si sono rivolte oltre 11.000 persone, per circa 2800 nuclei familiari. C’è un’emergenza che va affrontata attraverso l’impegno di fondi strutturali. Il Sindaco Depaoli deve dedicare queste somme risparmiate dai debiti contratti dalle amministrazioni precedenti al sostegno dei pavesi in difficoltà, siccome anche con i loro soldi stiamo pagando questi debiti».

Con questa prima variazione di bilancio il Partito democratico e il Sindaco Depaoli hanno deciso di estinguere i debiti contratti fra fine 1989 e inizi anni 2000 con una spesa di oltre 3.000.000 di euro: soldi che con una più sana distribuzione delle risorse sarebbero potuti essere investiti altrove.

In ogni caso, il risparmio annuo che si produrrà sarà pari a euro 400.000 (per l’anno 2017 poco più di 200.000 euro) e fin da ora chiediamo che queste somme siano vincolate per spesa sociale. In tal senso abbiamo predisposto un ordine del giorno, volto a tal fine (cfr. ancora All. 1).

Giuseppe Polizzi: «Inoltre, dalla disamina del bilancio abbiamo potuto constatare come siano state preventivate spese per oltre 600.000 euro per opere pubbliche di valore inferiore ai 100.000, senza alcuna valutazione tecnica delle ragioni per cui sono chieste queste somme. Così facendo si bloccano soldi che potrebbero essere messi altrove. Ricordo che vi è un avanzo di oltre 5.000.000 di euro e questo significa che questa amministrazione non programma in modo puntuale le risorse disponibili, come peraltro la stessa relazione al Rendiconto della Gestione 2016 conferma. Per rimediare, abbiamo proposto che parte di questi soldi, in assenza di una istruttoria che ne possa giustificare il vincolo, siano dedicati all’efficientemento energetico delle case ERP» (All. 2 emendamenti).

Ulteriore aspetto che deriva dalla disamina della prima variazione del bilancio e il mancato utilizzo di circa 2.000.000 di euro che, per quest’anno, tenuto conto degli obblighi degli equilibri di bilancio, significano circa 900.000 euro spendibili. Giuseppe Polizzi. «Quando ci sono soldi questi vanno investiti, e la legge dice che possiamo farlo per spese non ripetibili. Chiediamo che vengano investiti in microcredito a favore dei giovani, per combattere la disoccupazione, e per la manutenzione straordinaria di case ERP. A Pavia serve dare una accelerata, e un segnale forte. Non spendere soldi che sono che sono spendibili o spenderli male è un azzardo che la nostra città non può permettersi» (All. 3).

(All. 1) Ordine del giorno collegato alla prima variazione al bilancio 2017-2019

premesso che

– il Comune di Pavia ha contratto svariati mutui presso la Cassa Depositi e Prestiti al fine di finanziare opere pubbliche, manutenzioni straordinarie, ristrutturazioni e opere di urbanizzazione;

– con la prima variazione al Bilancio 2017-2019 è stata proposta l’estinzione anticipata dei mutui mutui per un ammontare pari a 3.560.294,80 €;

– da tali estinzioni anticipate il bilancio comunale risulterebbe sgravato di rate annuali di pagamento pari a 402.714,22 €;

considerato che

– con il corrente assestamento di bilancio vengono finanziate nuove opere pubbliche senza necessità di accensione di mutui presso Cassa Depositi e Prestiti o altri enti;

– la grave crisi economica iniziata ormai dieci anni fa continua a colpire il tessuto produttivo cittadino, determinando gravi difficoltà economiche per le famiglie pavesi, in special modo quelle ove uno o più membri risultino disoccupati;

– la necessità impellente di offrire alle famiglie ricovero e aiuti materiali;

– l’alto numero di famiglie che ogni anno si rivolgono presso i servizi sociali del Comune allo scopo di ottenere contributi per bollette, generi alimentari, affitti, medicinali e spese scolastiche che, secondo i dati forniti da questa amministrazione ammonterebbero a oltre 10.000 accessi ai servizi sociali e circa 2800 nuclei familiari in difficoltà;

– il Comune di Pavia è, fra i Comuni lombardi, terz’ultimo per spesa sociale;

– l’elevato numero di domande presentate al bando pubblico per il sostegno economico nel corso dell’anno 2016;

– la necessità di intervenire con una variazione di bilancio 2016 al fine di garantire il soddisfacimento di tutte le domande pervenute;

– l’esiguità di tale contributo una tantum, pari a 250 € per nucleo familiare

Il Consiglio comunale di Pavia impegna la giunta comunale a:

– destinare il totale del beneficio economico pari alla rata annua dei mutui estinti con Cassa depositi prestiti al Settore servivi di promozione sociale, con particolare attenzione alle fasce deboli e al sostegno economico delle famiglie pavesi.

(All. 2) EMENDAMENTO CON VARIAZIONI DI SOLE PARTITE DI SPESA

Il gruppo consiliare MoVimento 5 Stelle

Visto lo schema di bilancio 2017-2019 ed i suoi allegati, approvati dalla Giunta Comunale e presentati al Consiglio Comunale;

Visto l’art. 19 del vigente regolamento comunale di contabilità ad oggetto “proposte di emendamento”;

Rilevato che il termine per la presentazione degli emendamenti è fissato al 20 marzo 2017  ore 24,00;

Rilevata la necessità di intervenire con lo strumento dell’emendamento  ai fini di prevedere l’efficientamento energetico degli immobili di proprietà comunale con particolare attenzione agli immobili erp

                                                                 Propone

Al Consiglio Comunale il seguente emendamento agli schemi di bilancio di previsione 2017-2019  e dei suoi allegati:

SPESA

DESCRIZIONE

MISSIONE

PROGRAMMA

TITOLO

VARIAZIONE

Manutenzione Palazzo Mezzabarba

01

06

2

-90.000,00

Sistemazione cortile interno Mezzabarba

01

06

2

-30.000,00

Efficientamento energetico edifici Erp

01

05

02

120.000,00

 

TOTALE A PAREGGIO

 

ZERO

(All. 3) ATTO DI INDIRIZZO IN RELAZIONE ALLA PROPOSTA DI DELIBERAZIONE AD OGGETTO:” Prima variazione al Bilancio 2017-2019 ex art. 175 del D. Lgs. 175 del D. Lgs. 267/00 e s.m.i.”

 Il gruppo consiliare MoVimento 5 Stelle in nome e per conto di Giuseppe Polizzi

 Vista la proposta di deliberazione del Consiglio Comunale ad oggetto: “Prima variazione al Bilancio 2017-2019 ex art. 175 del D. Lgs. 267/00 smi;

 Rilevato che il termine per la presentazione degli emendamenti ai documenti di bilancio è fissato al 20 aprile 2017 ore 9,00;

 Rilevata la necessità di proporre un atto di indirizzo in relazione all’utilizzo dell’avanzo disponibile risultante dalla proposta di delibera consigliare ad oggetto “Rendiconto del Comune per l’esercizio finanziario 2016”, al fine di destinare la quota di € 2.000.000,00 secondo le modalità di seguito riportate:

–    Ai sensi dell’art. 187 comma 2 lett. c) del TUEL – spese di investimento

     € 1.000.000,00  per il finanziamento di manutenzioni straordinarie relative agli edifici Erp

 

–       Ai sensi dell’art. 187 comma 2 lett. d) del TUEL  finanziamento delle spese correnti a carattere non permanente

     € 1.000.000,00 per il finanziamento di microcredito a favore di giovani disoccupati di età inferiore a

    40 anni.

La proposta di deliberazione di I variazione di bilancio dovrà essere integrata per tenere conto degli interventi sopra descritti.

ATTO DI INDIRIZZO IN RELAZIONE ALLA PROPOSTA DI DELIBERAZIONE AD OGGETTO:” Prima variazione al Bilancio 2017-2019 ex art. 175 del D. Lgs. 175 del D. Lgs. 267/00 e s.m.i.”

 Il gruppo consiliare MoVimento 5 Stelle in nome e per conto di Giuseppe Polizzi

 Vista la proposta di deliberazione del Consiglio Comunale ad oggetto: “Prima variazione al Bilancio 2017-2019 ex art. 175 del D. Lgs. 267/00 smi;

 Rilevato che il termine per la presentazione degli emendamenti ai documenti di bilancio è fissato al 20 aprile 2017 ore 9,00;

 Rilevata la necessità di proporre un atto di indirizzo in relazione all’utilizzo dell’avanzo disponibile risultante dalla proposta di delibera consigliare ad oggetto “Rendiconto del Comune per l’esercizio finanziario 2016”, al fine di destinare la quota di € 2.000.000,00 secondo le modalità di seguito riportate:

–    Ai sensi dell’art. 187 comma 2 lett. c) – spese di investimento

    € 2.000.000,00  per il finanziamento di manutenzioni straordinarie relative agli edifici Erp

La proposta di deliberazione di I variazione di bilancio dovrà essere integrata per tenere conto degli interventi sopra descritti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*