Interpellanza al Sindaco sul TPL Autoguidovie


Nei giorni scorsi abbiamo presentato un’interpellanza scritta a carattere urgente per chiedere al Sindaco, delucidazioni sulle seguenti questioni riguardanti il TPL, dal 1 aprile gestito da Autoguidovie ed inoltre, lunedì 16 aprile, insieme al nostri portavoce in consiglio comunale Giuseppe Polizzi e in cosiglio regionale Simone Verni,  parteciperemo al Consiglio comunale aperto alla cittadinanza sul TPL. Non mancate!
Ecco il testo:

-se risulta che Autoguidovie stia assumendo decine e decine (si parla di 50) di autisti non precedentemente occupati presso l’appalto del TPL;

– se risulta che i lavoratori degli appalti e sub-appalti TPL non riassunti alla data del 3 aprile saranno circa 50 (ci sono a riguardo diverse fonti. Quelle sindacali parlano di 53 non riassunzioni; i lavoratori di oltre 20).

Tale richiesta ha carattere di urgenza, al fine di chiarire il quadro dinnanzi ai lavoratori e alla cittadinanza, dati i colloqui e le prove che in queste ore Autoguidovie starebbe svolgendo per le assunzioni di 50 nuovi autisti e le richieste di chiarimento pervenute da diverse lavoratori TPL nell’assemblea pubblica dedicata al tema di lunedì scorso

Ecco la risposta che abbiamo ricevuto:

Riguardo al primo quesito:

Il dato purtroppo non è ancora consolidato, mancando un rendiconto definitivo da parte di
Autoguidovie. Dalle informazioni in possesso, si stimano in circa 35 le assunzioni esterne
al perimetro precedente dei lavoratori precedentemente dedicati al servizio nell’ambito
pavese fra le aziende affidatarie o subaffidatarie

E riguardo ai licenziamenti:

Anche in questo caso la situazione non è consolidata: il rischio esuberi noto è ad oggi di
40 dipendenti. Di questi 19 già licenziati:
– 6 Line Manutenzioni (di cui uno già riassorbito da PMT)
– 4 PMT
– 5 STAV
– 4 Migliavacca (subaffidataria)
Procedure di mobilità:
– 6 Line
– 12 SAPO (subaffidataria)
– 3 Procedura di mobilità
Non sono state comunicati licenziamenti o procedure di mobilità aperte da ARFEA.
TPL: COSA STA SUCCEDENDO?
Per saperne di più,  CLICCA QUI!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*